Osservatorio della formazione dell’economia del mare – Presentati i primi risultati

9 maggio 2018 in Notizie

L’8 maggio si è tenuta la presentazione dei risultati intermedi del “Osservatorio sui fabbisogni formativi e occupazionali dell’Economia del Mare”, programma del PTP EcoMA (polo tecnico professionale dell’economia del mare) finanziato dalla RFVG con il Fondo Sociale Europeo.

Attori di questo progetto sono un campione di imprese del territorio, rappresentative dei comparti dell’economia del mare, che hanno dato disponibilità a collaborare ad una indagine conoscitiva per rilevare e analizzare le necessità formative e occupazionali, nel breve e medio periodo.

Ad oggi sono state intervistate 40 aziende, numero che raddoppierà entro fine estate, e più dell’80% di queste ha espresso l’intenzione di inserire nuovi lavoratori nell’arco di un anno, per una domanda complessiva stimata di oltre 450 nuovi addetti. Le stesse imprese si sono rese disponibili inoltre a collaborare con il sistema scolastico tramite docenze e mettendo a disposizione per la didattica strumenti ed attrezzature.

L’area più richiesta per questi nuovi inserimenti è quella della produzione, seguita da progettazione, logistica e assistenza tecnica, mentre i profili professionali maggiormente richiesti sono quelli del disegnatore tecnico, dei tecnici impiantisti e dei conduttori di mezzi pesanti. Per i profili con titolo di studio universitario, le figure maggiormente ricercate sono quelle dell’ingegneria navale, meccanica e gestionale, mentre, per quanto riguarda i fabbisogni di prospettiva, emergono l’ingegneria dei materiali, gli specialisti di data management e i tecnici dell’organizzazione e gestione della produzione. Dalle interviste è emerso che nessuna delle aziende ha avuto un fatturato in calo nel triennio passato e il 70% ha introdotto innovazioni; la maggioranza prevede prospettive di crescita nel prossimo periodo.

I risultati di questo progetto sono rilevanti sono stati acquisiti dalle scuole e dagli enti di formazione, al fine di costruire dei percorsi innovativi d’istruzione e di formazione coerenti con i profili professionali richiesti dalle aziende, per fornire utili indicazioni in tema di orientamento, alternanza scuola lavoro e certificazione delle competenze.